Recensione: "FLAWED Gli Imperfetti"

giovedì, dicembre 15, 2016

Ciao Cari Lettori!


Il 13 dicembre c'è stato il primo giro della temuta Ruota delle Torture...ehm volevo dire Letture.
Come primo obiettivo dovevo leggere un libro il cui titolo inizi con la lettera F, mentre come secondo la spaventosa e difficile Luna Nera, di cui vi scriverò tra qualche giorno.

Quando ho letto il primo obiettivo mi è subito venuta in mente la copertina di un libro uscito da poco, che in breve tempo è diventato un best-seller, ed è perfetto per questo obiettivo:




TITOLO: FLAWED gli imperfetti

AUTRICE: CECELIA AHERN
CASA EDITRICE: De Agostini
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2016
PREZZO: € 12.67
GENERE: YOUNG ADULT
PAGINE: 377p

TRAMA:

In un futuro non molto lontano, il giudice Crevan è a capo della Gilda, uno speciale tribunale con il compito di condurre una spietata crociata contro l'immoralità. E' lui e lui solo a decidere chi è un cittadino modello e chi invece è un "imperfetto", un essere Fallato  da marchiare a fuoco con una F sulla pelle e allontanare dalla società civile.
Celestine ha diciassette anni e non ha mai avuto dubbi sul suo ruolo nel mondo: è una figlia perfetta, una studentessa perfetta, ed è anche una fidanzata perfetta. La fidanzata di Art il figlio del giudice Crevan.
Ma un giorno tutto cambia. Celestine vede un Fallato in fin di vita e sente di doverlo aiutare. D'un tratto, ciò che ha sempre ritenuto giusto non lo è più, perchè la compassione è più forte. Più forte della legge e delle rigide regole del giudice Crevan. 
Celestine decide quindi di soccorre il pover'uomo e quel gesto si ripercuote su di lei con conseguenze drammatiche.
Allontanata dalla famiglia, arrestata e umiliata, la ragazza viene trascinata in tribunale davanti a Crevan. E proprio lui, incurante delle suppliche di Art, la condanna a essere marchiata a fuoco come Fallata. Sarà durante il processo che la strada di Celestine incrocerà quella di Carrick Vane, un ragazzo misterioso e affascinante: l'unico amico su cui d'ora in poi Celestine potrà contare.


RECENSIONE: 

Questo libro è il primo di una nuova serie Young Adult ideata da Cecelia Ahern, conosciuta per scrivere prevalentemente romanzi strappalacrime come Ps I Love You.
Non avevo mai letto uno dei suoi libri, perciò non sapevo cosa aspettarmi, soprattutto perché è il primo young adult con indirizzo fantasy che scrive.
Beh posso solo dire: "Scelta non fu più che azzeccata!"
E' riuscita a tenermi incollata al libro, con il fiato sospeso, continuavo a girare le pagine alternando frasi come: "Ti prego non finire, voglio sapere di più" a frasi: " Non posso girare pagina, basta ingiustizie..povera Celestine".
Ora non aspetto altro che esca il secondo capitolo! 


"Sono una ragazza che crede nelle definizioni, nella logica, nel bianco e nero.
Tenetelo bene a mente."


In questo primo libro viene raccontata la storia di Celestine, una diciassettenne considerata da tutti perfetta, fidanzata con il figlio dell'uomo più influente del paese in cui vive. 
Qui essere perfetti significa tutto, il modo di porsi e comportarsi detta legge e se si violano le leggi della Gilda si viene dichiarati Fallati, ovvero non degni di vivere come le altre persone perché imperfetti.
Questo organo di potere, chiamato Gilda, è un'organizzazione governativa che controlla in ogni istante le azioni della popolazione (mentre leggevo mi sembrava di ritornare indietro nel tempo a quando gli ebrei venivano rinchiusi nei ghetti per poter essere controllati meglio).

Se si viene dichiarati Fallati, una delle pene peggiori è quella di essere marchiati a fuoco con una F, simbolo per le altre persone di disprezzo e di emarginazione. 
Un Fallato si ritrova a vivere la propria vita in libertà ma allo stesso tempo in prigionia, (badate bene non rinchiuso in una cella come un criminale), perché sono soggetti a coprifuochi, controlli continui, se si ritrovano in luoghi pubblici non posso stare più di 2 uno vicino all'altro e devono seguire una dieta povera. In altre parole, subiscono uno stress psicologico costante che rischia di mandarli fuori di testa.

Proprio per questi motivi, Celestine è sempre stata molto attenta a come comportarsi, soprattutto per non deludere il padre del suo ragazzo, Bosco Craven, come detto precedentemente, giudice supremo della Gilda; perché vedeva in lui l'uomo perfetto da cui prendere esempio.

Un giorno però tutto cambia, Celestine non può stare ferma a guardare l'ingiustizia che un povero anziano Fallato, così simile a suo nonno, sta subendo e agisce: lo aiuta. 
Da qui si scatena il caos!
Ed è proprio così anche per noi lettori!
Per tutta la lettura ho avuto il batticuore, alternavo momenti di rabbia, soprattutto verso quel giudice ripugnante, commozione e tristezza per Celestine quando non veniva considerata perchè Fallata.

La Ahern è riuscita fin da subito a connettermi con Celestine, l'eroina di tutta la storia, ho amato il modo in cui ha descritto il suo percorso di crescita interiore.
All'inizio troviamo una ragazza perfetta che da molto peso alle apparenze, non vuole deludere nessuno e prima di agire medita sulle sue azioni; solitamente quella che non riesce a tenere a freno la lingua è sua sorella Juniper.
Poi, però, dopo aver aiutato il povero vecchio Fallato tutto cambia, Celestine si risveglia e capisce che il sistema che controlla la popolazione, in cui lei credeva ciecamente, è lui stesso fallato. 
Una volta dichiarata Fallata, le viene tolto tutto, cercano di toglierle la dignità, vogliono renderla innocua; ma nonostante venga usata da un lato come capo espiatorio e dall'altro come ragazza immagine, riesce a restare sempre se stessa.


"Ora so che essere coraggiosa significa ascoltare la paura dentro di sè e conviverci passo dopo passo. Il coraggio non prende il sopravvento, ma combatte con fatica a ogni parola, a ogni gesto. E' una battaglia, una danza, per decidere chi debba dominare. Ci vuole coraggio per vincere, ma bisogna provare una grande paura per essere coraggiosi."


Scommetto che starete pensando: "Che fine ha fatto il suo fidanzato Art? Le starà accanto?"
Art tiene molto a Celestine,la ama, lo ha sostenuto dopo la morte di sua madre, però lui è pur sempre il figlio del Giudice Supremo che la vuole distruggere, e per non affrontarlo sceglie la via più semplice... scappa!
Questa scelta non mi è dispiaciuta affatto, anzi ha enfatizzato ancora di più il carattere forte di Celestine, perchè lei non ha bisogno di un principe azzurro che la salvi, ha una forza d'animo tale da destabilizzare il Giudice tutto d'un pezzo Crevan.

Una nota: se state cercando una storia d'amore, qui non la troverete. Il rapporto tra Art e Celestine, viene interrotto a causa delle scelte fatte, ma... so cosa state pensando: " Carrick dove lo lasci?"
Tra Carrick e Celestine non ci sono dialoghi, il loro rapporto è fatto solo di sguardi e piccoli gesti, ma anche se sono solo attimi si riesce a capire quanto possa diventare forte il loro legame.
Carrick è il ragazzo che Celestine incontra in carcere, di lui non sappiamo nulla solo verso  la fine del libro capiamo qualcosa in più di lui. In cella non possono comunicare, perchè c'è un vetro che li separa, possono solo scambiarsi sguardi che dicono di più di mille parole dette e che sono in grado di diffondere nella ragazza la forza necessaria per superare uno dei momenti più difficili.
Anche se viene lasciato un pò ai margini della storia, Carrick mi piace e non sto più nella pelle all'idea di leggere il momento in cui si rincontreranno e chissà che non scoppi tra i due anche l'Ammmmore! ❤❤❤❤


"Ho sentito un legame con Carrick fin dal primo momento, fin da quando è entrato nella cella e mi ha voltato le spalle. 
E ho continuato a sentirlo ogni istante che mi è stato vicino, anche nell'aula del tribunale. Sembra assurdo provare questi sentimenti per un estraneo, ma abbiamo condiviso un'esperienza troppo forte e intensa, che solo noi siamo in grado di comprendere fino in fondo."


Inizialmente pensavo che la società di cui racconta Cecelia Ahern fosse molto diversa dalla società in cui ci troviamo oggi, in realtà non è così: anche noi spesso ci ritroviamo a giudicare chi sbaglia, li etichettiamo e poi li isoliamo per via della loro religione, per il colore della pelle o per l'aspetto esteriore.
La scrittrice scrivendo questo libro, vuole farci riflettere, dare sfogo alla rabbia, alla passione e all'amore che prova per la società di oggi e nei ringraziamenti ci lascia con questo messaggio:

"Nessuno è perfetto. Non facciamo finta che non sia così. 
E non abbiamo paura delle nostre imperfezioni. 
Non bolliamo gli altri, illudendoci di non essere come loro. Accettiamo il fatto che essere umani significa essere Fallati, e impariamo da ogni errore che commettiamo, in modo da non ripeterli."

VOTO: ❤❤❤❤❤/5

Dopo questo lunghissimo papiro, non mi resta che dirvi correte a leggerlo!

QUi trovate il libro sia in cartaceo che in formato e-book.

Un bacio!

You Might Also Like

0 commenti

Reading Challenge

Reading Challenge

La Ruota delle Letture

La Ruota delle Letture