Recensione: "CHANCE"

venerdì, gennaio 20, 2017

Ciao Cari Lettori!


Qualche mese fa mi trovavo in libreria e impulsivamente, intrigata dalla copertina, ho acquistato questo thriller; non leggo moltissimi libri di questo genere, ma quando ho scoperto che ne hanno tratto una serie tv con protagonista Hugh Laurie, l'indimenticabile Doctor House, non potevo farmelo scappare!
La serie è trasmessa, al momento, solo in America sulla piattaforma Hulu ed è composta da 10 episodi; se siete curiosi di conoscere questa serie potete reperirla online con i sottotitoli in italiano.





TITOLO: CHANCE

AUTORE: KEM NUNN
CASA EDITRICE: TIME CRIME (FANUCCI EDITORE)
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2016
PREZZO: € 14.90            E-BOOK: € 4.99
GENERE: GIALLI E THRILLER
PAGINE: 382 p.

TRAMA:

Quando Jaclyn Blackstone varca la soglia del suo studio, Eldon Chance non può immaginare che quella che all'apparenza è solo l'ennesima paziente affetta da amnesie possa rappresentare il più grave pericolo che abbia mai corso. Il dottor Chance è un rinomato neuropsichiatra di San Francisco nel bel mezzo di un divorzio difficile, alle prese con i problemi di una figlia adolescente piuttosto complicata, con l'invidia dei colleghi e con grane finanziarie che non gli danno tregua. 
Jaclyn, affetta da un grave disturbo della personalità, lo intrappola in una rete di sesso e inganni, mistero e crimine, in una dimensione psichica in cui il binario della realtà scorre parallelo a quello dell'illusione. 
Il dottor Chance sa che l'unico modo per uscire vivo da quel gioco estremo è guardare negli occhi la follia, riconoscerne le facce, sventarne le insidie e allo stesso tempo coglierne le infinite inclinazioni, ma per far questo ha bisogno di ritrovare quell'istinto di sopravvivenza rabbioso, al limite dell'irragionevole.


RECENSIONE: 

Il protagonista di questo thriller psicologico è il Dottor Eldon Chance, famoso neuropsichiatra, impegnato a destreggiarsi tra la fine del suo matrimonio e il suo lavoro.
A causa di una poco responsabile ex-moglie e per garantire un futuro migliore alla figlia adolescente, Eldon decide di vendere dei mobili antichi in un negozio di antiquariato, in modo da guadagnare qualche soldo extra. In questa occasione fa la conoscenza di Carl e del "colosso" D, personaggio molto particolare e taciturno con qualche problema a gestire la rabbia, che oltre a dargli molte preoccupazioni sarà un fondamentale aiuto.

Non sarà questa strana amicizia a destabilizzare la sua vita, ma l'arrivo nel suo studio dell'affascinante Jaclyn Blackstone, una donna dai comportamenti anomali e contrastanti perchè affetta da un disturbo della personalità: pare che in lei vivano due diverse personalità, la timida Jaclyn e la sicura ed audace Jacie.
Mai come ora il confine tra medico-paziente è così difficile e sottile da delineare, tant'è che Jaclyn finisce per diventare una vera e propria ossessione per il dottore.
La situazione si fa ancora più complessa quando Eldon scopre che la donna è vittima di violenze da parte del suo ex-marito, un poliziotto corrotto molto irascibile e pericoloso.

Nonostante questa difficile situazione Jaclyn e Chance diventano amanti, anche se alle loro spalle c'è qualcuno, presumibilmente il marito di lei che vede in Chance una minaccia, che agisce contro di loro, ostacolandoli senza lasciare alcuna traccia. L'insicurezza di non sapere chi c'è dietro a tutto, scava nella mente del protagonista procurandogli turbamenti e smarrimento.

Dalla trama ero convinta che questo libro mi prendesse sin dalle prime pagine, in realtà i primi capitoli li ho trovati molto lenti, troppo concentrati sulla vita personale e sul lavoro del dottor Chance. Forse lo scrittore poteva soffermarsi un pò meno sulle descrizioni così dettagliate delle psicopatologie dei singoli pazienti che il dottore tratta, perché per quanto interessanti rendevano la lettura lenta e noiosa. Poteva invece dare più rilievo al personaggio di Lucy, segretaria di Chance o alla psichiatra Silver, sua alleata e custode di segreti, che cerca di aiutare lui e Jaclyn.

Non mi capita spesso di leggere libri gialli, ma quando accade cerco sempre scritture in grado di tenermi sulle spine e lasciarmi capitolo dopo capitolo con un adrenalina crescente; purtroppo qui, a causa di queste lunghe e prolisse descrizioni, la mia attenzione è spesso  calata e sono arrivata a chiedermi se continuare o meno la lettura. 
Siccome ho scelto di leggere questo libro per una challenge che sto seguendo, gli ho dato una possibilità e ho continuato la lettura; fortunatamente nella seconda parte si è ripreso molto bene, ritrovando completamente tutte le caratteristiche di un thriller psicologico in cui la suspense creata porta il lettore a continuare a leggere.
Devo ammettere, però, che sarebbe stato più intrigante se non si fosse caduti nel classico cliché della relazione tra dottore-paziente, perché troppo prevedibile.

E', comunque, un romanzo tosto: tratta temi come droga, prostituzione e abusi; in cui il protagonista non è una persona famosa o perfetta, anzi il dottor Chance è una persona comune con problemi normali, come l'affrontare un divorzio o gestire una figlia ribelle, che si ritrova a dover gestire una situazione più grande di lui. 

La narrazione è molto scorrevole e si adatta alla perfezione alla trasposizione televisiva; durante la lettura riuscivo a immaginare le scene e le situazioni in cui si poteva trovare il protagonista, soprattutto grazie all'idea di veder Hugh Laurie nei panni del Dottor Chance.

Mi sento di consigliare questo libro solo ai veri appassionati di thriller, in grado di apprezzare e appassionarsi a una storia complicata che esplora i lati più nascosti della mente umana.

VOTO: ❤❤/5

LINK AMAZON




You Might Also Like

2 commenti

Reading Challenge

Reading Challenge

La Ruota delle Letture

La Ruota delle Letture