Recensione: "I MEDICI: UNA DINASTIA AL POTERE"

martedì, gennaio 17, 2017

Buon Martedì Cari Lettori!

Come avete passato il week-end? Io come la maggior parte delle volte ho dovuto lavorare, perciò per me niente pigiamone caldo e un buon libro da leggere. =(
Oggi vi voglio lasciare la recensione di questo romanzo storico, che ha riscosso un grosso successo anche grazie alla serie tv proposta qualche mese fa dalla Rai.
Il romanzo storico è un genere letterario che non è proprio nelle mie corde, però complice le ottime recensioni e il fatto di aver trovato la versione e-book a €1.99, ho deciso di leggerlo.




TITOLO: I MEDICI. UNA DINASTIA AL POTERE

AUTORE: MATTEO STRUKUL
CASA EDITRICE: NEWTON COMPTON
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2016
PREZZO: € 9.90            E-BOOK: € 1.99
GENERE: ROMANZO STORICO
PAGINE: 382 p.

TRAMA:

Firenze, 1429. Alla morte del patriarca Giovanni de' Medici, i figli Cosimo e Lorenzo si trovano a capo di un autentico impero finanziario, ma, al tempo stesso, accerchiati da nemici giurati come Rinaldo degli Abizzi e Palla Strozzi, esponenti delle più potenti famiglie fiorentine. In modo intelligente e spregiudicato i due fratelli conquistano il potere politico, bilanciando una spietato senso degli affari con l'amore per l'arte e la cultura.
Mentre i lavori per la realizzazione della cupola di Santa Maria del Fiore procedono sotto la direzione di Filippo Brunelleschi, gli avversari di sempre continuano a tessere le loro trame. Fra loro c'è anche una donna d'infinita bellezza, ma dal fascino maledetto, capace di ghermire il cuore di un uomo. 
Nell'arco di quattro anni, dopo essere sfuggito a una serie di cospirazioni, alla peste e alla guerra contro Lucca, Cosimo finirà in prigione, rischiando la condanna a morte. Fra omicidi, tradimenti e giochi di palazzo, questo romanzo narra la saga della famiglia più potente del Rinascimento, l'inizio della sua ascesa alla Signoria fiorentina, in una ridda di intrighi e colpi di scena che vedono come protagonisti capitani di ventura senza scrupoli, fatali avvelenatrici, mercenari svizzeri sanguinari...

RECENSIONE: 

Come vi avevo anticipato poco fa...sono partita già prevenuta con questa lettura, perchè tratta un genere letterario che non amo particolarmente, ma ho cercato di essere obiettiva fin dalle prime pagine e dargli la chance che meritava.
Per la prima metà del libro, l'ho trovato abbastanza scorrevole poi con il procedere della lettura sono stata in difficoltà nel terminarlo.

"I MEDICI. Una dinastia al potere" è il primo volume di una trilogia che Matteo Strukul ha dedicato a una delle famiglie più importanti della storia italiana, i Medici per l'appunto.
In questo primo libro si è concentrato sulla figura di Cosimo il Vecchio, figlio di Giovanni e Piccarda Bueri.

Alla morte del padre, Cosimo e suo fratello minore Lorenzo si ritrovano a dover gestire ed accrescere il prestigio della loro famiglia durante un ventennio circa, fino a diventare i Signori di Firenze, la loro amata città.
Fin da giovane, Cosimo è sempre stato appassionato di arte e cultura, caratterialmente risoluto e pragmatico, caratteristiche molto adatte alla vita politica, vita alla quale si dovrà affacciare se vorrà mantenere i riconoscimenti ottenuti dal padre in passato. 
Al contrario Lorenzo è un tipo più pratico e impulsivo, che preferisce agire piuttosto che meditare soluzioni alternative, perciò si trova molto a suo agio a gestire gli affari del Banco. Anche se caratterialmente diversi, i due fratelli sono molto uniti tra loro e sostengono le scelte dell'altro anche se non concordi con il loro pensiero personale.

Vi fanno da cornice, personaggi buoni e ottimi consiglieri come la madre Piccarda, una vera matriarca tutta d'un pezzo, Contessina, la fedele e passionale moglie di Cosimo e l'alleato Niccolò da Uzzano. Ci sono anche, però, avversari pronti a fargli la guerra in modo da estrometterli dalla vita politica della città, come Palla Strozzi e Rinaldo degli Albizzi.

Per dare quella nota romanzata al libro, Strukul ha inserito due antagonisti, frutto della sua fantasia, quali lo spietato mercenario svizzero Schwartz e la seducente Laura Ricci, che sembra nutrire un odio profondo per la famiglia de Medici, a causa di un episodio successo quando lei era solo una ragazzina.

Purtroppo nonostante l'introduzione di questi personaggi puramente inventati, per dare più tono alla storia non sono riuscita ad appassionarmici, li ho trovati troppo freddi e uguali tra loro, non riuscivo a interpretare i loro pensieri o le motivazioni, perchè venivano raccontati direttamente i fatti e non il motivo che li aveva portati a fare ciò.

Potrei sbagliarmi, ma io lo catalogherei tra le biografie più che tra i romanzi perchè, raccogliendo in sè un cosi vasto periodo storico per descrivere tutti gli avvenimenti, Strukul ha optato per un riassunto delle battaglie più importanti o dei momenti più tragici della nostra storia; dandomi così, maggiormente, l'idea di leggere uno dei miei vecchi testi scolastici di storia.
Suddivisi in capitoli, lo scrittore ha raccontato la difficile ascesa al potere di Cosimo, iniziando con la battaglia per l'ottenimento di Lucca, la peste che colpì Firenze nel 1430, l'incarcerazione e il suo conseguente esilio a Venezia, il Concilio avvenuto nel 1439 che legò brevemente le Chiese e infine la sanguinaria battaglia di Anghiari.
Non mi è piaciuta molto la scelta di dare a ogni capitolo un titolo così esplicito, perchè da quello si intuiva già cosa sarebbe successo.

Una cosa che Strukul è riuscito a trasmettermi è stato l'amore di Cosimo per Firenze, iniziando dalla costruzione della Cupola di Santa Maria del Fiore da parte di Brunelleschi.

Detto ciò, non credo che continuerò la trilogia almeno per il momento, anche se vorrei conoscere di più le figure di Lorenzo il Magnifico e Caterina de' Medici. 

Se voi l'avete letto, lasciatemi un commento e ditemi la vostra; chissà che dai vostri pareri non lo rivaluti e dia una seconda possibilità ai romanzi storici.

VOTO: ❤💚/5

link amazon


Un bacio!








You Might Also Like

0 commenti

Reading Challenge

Reading Challenge

La Ruota delle Letture

La Ruota delle Letture