Recensione: "L'ARTE DI ESSERE FRAGILI"

venerdì, febbraio 17, 2017


Buongiorno Lettori!

Oggi voglio recensirvi un romanzo-saggio molto diverso dai soliti e soprattutto originale, che ha come obiettivo quello di dare una nuova immagine a un poeta "sfortunato": LEOPARDI.




TITOLO: L'ARTE DI ESSERE FRAGILI

AUTRICE: ALESSANDRO D'AVENIA
CASA EDITRICE: MONDADORI
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2016
PREZZO: € 19.00                            E-BOOK: € 9.99
GENERE: NARRATIVA CONTEMPORANEA
PAGINE: 209 p.

TRAMA:
"Esiste un metodo per la felicità duratura? Si può imparare il faticoso mestiere di vivere giorno per giorno in modo da farne addirittura un'arte della gioia quotidiana?" 
Sono domande comuni, ognuno se le sarà poste decine di volte, senza trovare risposte. Eppure la soluzione può raggiungerci, improvvisa, grazie a qualcosa che ci accade, grazie a qualcuno. In queste pagine Alessandro D'Avenia racconta il suo metodo per la felicità e l'incontro decisivo che glielo ha rivelato: quello con Giacomo Leopardi. Leopardi è spesso frettolosamente liquidato come pessimista e sfortunato. Fu invece un giovane uomo affamato di vita e di infinito, capace di restare fedele alla propria vocazione poetica e di lottare per affermarla, nonostante l'indifferenza e perfino la derisione dei contemporanei. Nella sua vita e nei suoi versi, D'Avenia trova folgorazioni e provocazioni, nostalgia ed energia vitale. E ne trae lo spunto per rispondere ai tanti e cruciali interrogativi che da molti anni si sente rivolgere da ragazzi di ogni parte d'Italia, tutti alla ricerca di se stessi e di un senso profondo del vivere. 
Domande che sono poi le stesse dei personaggi leopardiani: Saffo e il pastore errante, Nerina e Silvia, Cristoforo Colombo e l'Islandese... Domande che non hanno risposte semplici, ma che, come una bussola, se non le tacitiamo possono orientare la nostra esistenza.


RECENSIONE:

E' un tipo di libro che non sono solita a leggere (i saggi solitamente li trovo lenti e noiosi), ma da cui sono rimasta immediatamente affascinata perché è una riflessione sulla felicità. Premetto che non è una lettura leggera, richiede tempo, non perché sia pesante ma perché ricca di punti di riflessione che hanno bisogno di tempo per essere assimilati; è un invito alla riflessione su se stessi.

Alessandro D'Avenia, con questo libro, cerca di mettere in luce ciò che è stato Leopardi, ovvero "un cacciatore di bellezza" che amava molto la natura perdendosi completamente in essa, senza trascurare il suo lato fragile, trasferendo tutte queste emozioni nella sua arte: nella poesia. 
Grazie al continuo richiamo alla vita di Leopardi, lo scrittore è riuscito a riscattare l'immagine di poeta triste e pessimista che spesso ci viene descritta a scuola; durante le superiori mi è sempre stato descritto come una persona fragile, con un difetto fisico come la sua gobba che lo rendeva goffo e impacciato agli occhi dei suoi genitori e del mondo esterno, con una voglia di ricercare l'amore, anche se non corrisposto. 
Per fare ciò, D'Avenia utilizza un metodo diverso dal solito che ci permette di avvicinarci di più a Leopardi, creando uno scambio originale di lettere con il poeta, citando anche alcuni dei passaggi più importanti delle sue opere, ripercorrendo la sua vita, di riflesso anche la nostra, suddividendola in fasi:
  • Adolescenza: arte di sapere
  • Maturità: arte di morire
  • Riparare: arte di essere fragili
  • Morire: arte di rinascere.
All'interno di ogni lettera, riporta qualche aneddoto tratto dalla sua esperienza come professore e di piccole confessioni fatte da adolescenti in cerca di qualcuno di grado di ascoltarli. 
Durante la lettura di questi passaggi, traspare l'amore e la passione che D'Avenia ha per l'insegnamento e soprattutto per Leopardi; si percepisce quanto l'abbia "studiato" traendone benefici e mettendo in luce quello che il poeta voleva realmente far trasparire dalle sue opere: l'insegnamento a non mollare, a credere sempre nei nostri sogni nonostante le difficoltà per realizzarli. Credo siano pochi i professori che amano veramente il loro lavoro, e lui è uno di questi. 
E' riuscito a creare un vero e proprio viaggio personale e introspettivo alla riscoperta della nostra vita, che con una sola lettura non credo si possa assimilare appieno, perciò mi riserverò di rileggerlo una seconda volta perchè ogni pagina è ricca di spunti di riflessione.

Leggendo questo libro ho avuto la possibilità di conoscere il vero Leopardi, dimenticandomi completamente del suo aspetto fisico o del suo lato pessimistico; lasciandomi piacevolmente coinvolgere e stupendomi davanti ad alcuni aspetti della sua vita che non conoscevo, un lato più umano che spesso nei testi scolastici viene trascurato. 

Abbandonatevi alla riscoperta della poesia nella vita di tutti i giorni, meravigliandovi per i molti regali che la natura ci fa: come un cielo stellato o il profumo di rose, perchè dietro a ogni cosa c'è bellezza, può essere nascosta difficile da trovare ma da ogni cosa si può trarre qualcosa di positivo; ed è proprio questo che Alessandro D'Avenia (assieme al suo amico Giacomo) vuole sottolineare tramite questo libro.

VOTO: ❤❤❤❤/5

Puoi acquistare il libro qui.

You Might Also Like

0 commenti

Reading Challenge

Reading Challenge

La Ruota delle Letture

La Ruota delle Letture