Recensione: "DENTRO SOFFIA IL VENTO"

lunedì, aprile 03, 2017

Buongiorno Lettori!
Buon inizio settimana! 😅
Oggi vi voglio parlare di un libro che mi ha colpito dritto al cuore!




TITOLO: DENTRO SOFFIA IL VENTO

AUTRICE: FRANCESCA DIOTALLEVI
CASA EDITRICE: NERI POZZA
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2016
PREZZO: € 16.00                            E-BOOK: € 9.99
GENERE: NARRATIVA CONTEMPORANEA
PAGINE: 222 p.


TRAMA:
In un avvallamento tra due montagne della Val d'Aosta, al tempo della Grande Guerra, sorge il borgo di Saint Rhémy: un piccolo gruppo di case affastellate le une sulle altre, in mezzo alle quali spunta uno sparuto campanile. Al calare della sera, da una di quelle case, con il volto opportunamente protetto dall'oscurità, qualche "anima pia" esce a volte per avventurarsi nel bosco e andare a bussare alla porta di un capanno dove vive Fiamma, una ragazza dai capelli così rossi che sembrano guizzare come lingue di fuoco in un camino. Come faceva sua madre quand'era ancora in vita, Fiamma prepara decotti per curare ogni malanno: asma, reumatismi, cattiva digestione, insonnia, infezioni... Infusi d'erbe che, in bocca alla gente del borgo diventano "pozioni" approntate da una "strega" che ha venduto l'anima al diavolo. Così, mentre al calare delle ombre gli abitanti di Saint Rhémy compaiono furtivi alla sua porta, alla luce del sole si segnano al passaggio della ragazza ed evitano persino di guardarla negli occhi. Il piccolo e inospitale capanno e il bosco sono perciò l'unica realtà che Fiamma conosce, l'unico luogo in cui si sente al sicuro. La solitudine, però, a volte le pesa addosso come un macigno, soprattutto da quando Raphael Rosset se n'è andato. Era inaspettatamente comparso un giorno al suo cospetto, Raphael, quando era ancora un bambino sparuto, con una folta matassa di capelli biondi come il grano e una spruzzata di lentiggini sul naso a patata...


"Non lasciare che qualcuno ti dica in cosa credere, ragiona con la tua testa, segui l'istinto. 
Nessuno dovrà importi chi amare. L'amore non si insegna, è l'unica cosa che non posso spiegarti. Non posso dirti quali battaglie combattere, dovrai capirlo da sola e non sarà facile.
L'amore non lo è mai, richiede coraggio e tenacia. Non si sceglie, è sempre lui che sceglie te."



RECENSIONE:

Francesca DIotallevi, con la sua poetica ed evocativa scrittura, ci conduce in un piccolo paese in Valle D'Aosta chiamato Saint Rhèmy, subito dopo la Prima Guerra Mondiale; qui incontriamo, come tutti i paesani un pò alla volta, il nuovo parroco Don Agape, venuto da Roma per sostituire l'ormai anziano Don Jaques.

Una sera, come usanza di quei tempi vuole, Don Agape si presenta davanti la tenuta della Famiglia Rosset per farsi conoscere, ma si accorge di un' esile figura al limitare del bosco che osserva il giovane Yann Rosset, il quale appare lui stesso rapito da quella visione.
Questa figura lontana è la giovane e bella Fiamma, una ragazza dai capelli rossi cresciuta assieme alla madre in mezzo al bosco. Tutti in paese la considerano una strega, perchè dicono sia nata dall'unione di una donna che ha smarrito la retta via e dal diavolo in persona.
Tutti la temono e la tengono a distanza, l'unico amico che aveva e che sapeva come comprenderla, prima che la guerra lo portasse via, era Raphael, il fratello minore di Yann.
Ora, però, Fiamma è rimasta sola alle prese con un dolore sempre più profondo e un rimpianto costante per non aver detto addio all'unica persona che le è sempre stata accanto.

Yann è convinto di non aver nulla in comune con questa ragazza, ma anche lui vive costantemente nel dolore, non solo emotivo ma anche fisico. Il suo cuore appare di ghiaccio, colmo d'odio... ma solo chi riesce ad odiare così prepotentemente può amare follemente!

Amore e odio sono i due temi principali che si rincorrono per tutto il romanzo, si alternano e si mescolano, rendendo i personaggi reali.
La scrittrice utilizza la narrazione in prima persona, alternando i tre personaggi nei vari capitoli  riesce a far entrare subito in sintonia il lettore con i protagonisti.
Nei vari capitoli, traspare una realtà e sentimenti che esistono ancora oggi: è ancora molto sottile la linea che delinea l'ignoranza dalla superstizione ed è ancora molto forte la paura che proviamo verso ciò che è diverso.

E' un libro di cui non ho amato solo i personaggi, ma ogni singola cosa: la cura per i dettagli, la descrizione di sentimenti veri, vivi, il racconto di temi forti e la bellezza di luoghi pieni di personalità. Ha descritto la maestosità delle montagne e un tempo che non conoscevo con una semplicità disarmante, riuscendo a rendere viva l'esperienza che si prova davanti alla bellezza dei monti.

Francesca ha descritto in modo egregio i protagonisti di questa storia, rendendoli vivi. Ho amato il coraggio e la fierezza di Fiamma, ma anche il suo modo di amare profondamente tanto da renderla fragile; la compostezza di Don Agape e la sua coraggiosa scelta di abbandonare la strada più semplice per ricercare il suo vero io ed infine Yann, con il suo forte senso del dovere da fratello maggiore che a volte lo conduce a prendere decisioni affrettate che vanno contro a quello che vuole veramente.

Dentro soffia il vento è un romanzo che ti tiene incollato alla pagine perchè ti mostra piano piano la sua storia e con delicatezza si ruba un pezzettino del tuo cuore.

VOTO: 💕💕💕💕💕/5

Ps: Non sapevo cosa aspettarmi da questo libro perchè non conoscevo l'autrice; così ho scelto di prenderlo in presto in biblioteca, ma già dalle prime pagine avevo capito che sarebbe entrato di diritto tra i miei libri preferiti. Appena avrò l'occasione di effettuare un ordine su Amazon non me l'ho farò di certo scappare...è un libro che ti fa riflette e ti rapisce ad ogni frase.

Buona Lettura!!

Link Amazon



You Might Also Like

0 commenti

Reading Challenge

Reading Challenge

La Ruota delle Letture

La Ruota delle Letture