Recensione:"MAGARI DOMANI RESTO"

martedì, maggio 02, 2017

Buongiorno Lettori!

Continua la scia di libri che mi sento di consigliarvi perchè al loro interno sono ricchi di sentimenti e valori; Magari domani resto di Lorenzo Marone è tra questi!


TITOLO: MAGARI DOMANI RESTO

AUTRICE: LORENZO MARONE
CASA EDITRICE: FELTRINELLI
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2017
PREZZO: € 16.50                           
E-BOOK: € 9.99
GENERE: NARRATIVA CONTEMPORANEA
PAGINE: 315 p.



TRAMA:
Chiamarsi Luce non è affatto semplice, specie se di carattere non sei sempre solare. Peggio ancora se di cognome fai Di Notte, uno dei tanti scherzi di quello scombinato di tuo padre, scappato di casa senza un perché. Se poi abiti a Napoli nei Quartieri Spagnoli e ogni giorno andare al lavoro in Vespa è un terno al lotto, se sei un avvocato con laurea a pieni voti ma in ufficio ti affidano solo scartoffie e se hai un rottame di famiglia, ci sta che ogni tanto ti "arraggi" un po'. 
Capelli corti alla maschiaccio, jeans e anfibi, Luce è una giovane onesta e combattiva, rimasta bloccata in una realtà composta da una madre bigotta e infelice, da un fratello fuggito al Nord, da un amore per un bastardo Peter Pan e da un lavoro insoddisfacente. Come conforto, solo le passeggiate con Alleria, il suo Cane Superiore, unico vero confidente, e le chiacchiere con l'anziano vicino don Vittorio, un musicista filosofo in sedia a rotelle. 
Finché, un giorno, a Luce viene assegnata una causa per l'affidamento di un minore. All'improvviso, nella sua vita entrano un bambino saggio e molto speciale, un artista di strada giramondo e una rondine che non ha nessuna intenzione di migrare.

 La causa di affidamento nasconde molte ombre, ma è forse l'occasione per sciogliere nodi del passato e mettere ordine nella capatosta di Luce. 
Risolvendo un dubbio: andarsene, come hanno fatto il padre, il fratello e chiunque abbia seguito l'impulso di prendere il volo, o magari restare, trovando la felicità nel suo piccolo pezzettino di mondo?

"Le cose che non valgono nulla ci accompagnano sempre per un breve periodo, poi le perdiamo o le dimentichiamo chissà dove.
Quelle che amiamo, invece, le custodiamo con cura, le appendiamo al collo e le portiamo con noi.
Le cose belle della nostra vita quasi sempre ci sopravvivono."



RECENSIONE:

In questo libro, conosciamo Luce, una ragazza trentenne che vive a Napoli, precisamente nei Quartieri Spagnoli.
Capiamo fin dalle prime pagine che non è una ragazza facile da gestire: è ambiziosa, onesta e combattiva; non per niente fa l'avvocato. Purtroppo, però, nonostante le sue qualità si ritrova in un ambiente troppo maschilista per farsi strada.
Se nel lavoro si sente insoddisfatta, in amore non ne parliamo!! Non ha più un uomo accanto a sè, il suo ormai ex è scappato in Thailandia perchè spaventato all'idea di costruire un futuro assieme a lei, magari con dei figli.
L'unico conforto per la protagonista sono le lunghe passeggiate con il suo cane, Alleria e i quotidiani pranzi con il suo anziano vicino, Don Vittorio, che ha sempre buone parole per lei in grado di rasserenarla.



"A volte mi domando come sia possibile sentirsi soli su questo cavolo di pianeta che ospita miliardi di specie, che straborda di vita. E invece è proprio così, siamo tutti continuamente ala ricerca di qualcuno che ci accompagni lungo il percorso, spinti dal desiderio di trovare l'amore eterno, che sia quello di un figlio, un compagno o una madre, e nemmeno ci accorgiamo che, a volte, basta un amico che ti fa trovare la tavola imbandita e un messaggio sulla porta di casa, o gli occhi lucidi del tuo cane che ti fissano senza un perchè."

Un giorno sembra tutto cambiare, finalmente anche per Luce la ruota gira. Finalmente il suo capo non la nota solo per farle le solite avance, ma per assegnarle una causa per l'affidamento di un minore.
Improvvisamente nella sua vita arriveranno due uragani: Carmen e Kevin, che la indurranno, involontariamente, ad interrogarsi sulla sua vita, sulle scelte fatte, sul suo passato e sul suo rapporto con la sua famiglia.

Ho apprezzato tantissimo questo libro perchè l'autore è riuscito a descrivere uno spaccato di vita vera in modo semplice; anche grazie all'utilizzo del dialetto napoletano, avevo come l'impressione di passeggiare realmente con Luce per le vie dei Quartieri Spagnoli.

E' un libro ricco di punti di riflessione perchè induce anche noi lettori, oltre a Luce, a porci delle domande. Spesso capita anche a noi, a un certo punto della nostra vita di sentirci stanchi, demotivati e non sappiamo cosa fare e come Luce ci ritroviamo davanti a un bivio: restare e combattere oppure mollare tutto e scappare in un altra città?
Il futuro, per tutti, è una grossa incognita perchè non sappiamo che cosa ci aspetta dietro l'angolo e dobbiamo ammettere che cambiare fa sempre paura; ma appena ci guardiamo dentro e ci accettiamo per come siamo tutto diventa più semplice.


"Le passioni ti possono regalare anche un pizzico di felicità ogni tanto, i progetti mai. Anzi, spesso te la portano via, la felicità intendo. Perchè ti inducono a spostare l'obiettivo sempre un pò più in là."


Lorenzo Marone in questo libro si sofferma molto sul ruolo fondamentale della famiglia, non solo quella classica composta da una mamma e un papà. Famiglia vuol dire, anche, quei posti e quelle persone con cui scegliamo di stare perchè ci fanno stare bene; non per forza ci devono essere legami di sangue.
Per Luce, la sua famiglia è costituita anche da quel cagnolino trovato abbandonato dentro a un cassonetto che nonostante fosse stato lasciato lì da un uomo, si lascia salvare.

Non mi resta che dirvi: lasciatevi trasportare da questa storia che parla di sogni, sentimenti, amicizia ed amore, come quello di una madre per il proprio figlio e della capacità di resistere alle difficoltà.



"Non si può spiegare agli altri come vivere, nè si può trasmettere la voglia di essere felici. La felicità è una cosa piccola e intima che ti costringe ad averne cura e rispetto anche quando non ti va, quando sei stanco e vorresti solo stravaccarti sul divano."

VOTO: 💛💛💛💛,5/5

Link AMAZON

You Might Also Like

0 commenti

Reading Challenge

Reading Challenge

La Ruota delle Letture

La Ruota delle Letture